Attraverso il tema ‘In The Presence Of Absence’, gli artisti esploreranno ciò che non può essere visto

Desert X AlUla: terza edizione della Mostra d’Arte Internazionale

  Cultura e società  

Dopo due edizioni, Desert X AlUla tornerà, per la terza volta, dal 9 febbraio al 23 marzo 2024, la mostra d'arte internazionale all'aperto, site-responsive, ricorrente e temporanea, aperta a tutti.

Ricordiamo che AlUla è un'antica regione desertica dell'Arabia Saudita nord-occidentale, a 1.100 km da Riyadh, con un patrimonio naturale e creativo immerso in un retaggio di scambi culturali.

Desert X AlUla si svolgerà nell'ambito dell'AlUla Arts Festival. Raneem Farsi e Neville Wakefield saranno, nuovamente, i direttori artistici e la mostra sarà curata da Maya El Khalil, rinomata consulente e curatrice d'arte con particolare attenzione all’area MENA, e Marcello Dantas, curatore pluripremiato noto per le sue innovative pratiche interdisciplinari che collegano scienza, storia e tecnologia per creare esperienze espositive coinvolgenti e partecipative.

Maya El Khalil, curatrice di Desert X AlUla 2024, ha commentato: La regione di AlUla è monumentale. Formata da un arco di tempo e di spazio inconcepibile, l’impulso è quello di rispondere con imitazioni di simili dimensioni e impatto. Ma la realtà è che gli sforzi umani faticano a eguagliare la grandezza scolpita qui nel corso degli anni. Abbiamo sfidato gli artisti a adattare la loro prospettiva per incontrare gli aspetti invisibili del luogo con riverenza, sintonizzandosi con le forze, i ritmi e i processi che modellano il paesaggio in modo impercettibile. Le loro opere descrivono e coinvolgono fenomeni effimeri come il movimento della luce o l'erosione del vento, diventando interpreti di queste forze per rivelare il significato monumentale di ciò che a prima vista potrebbe sembrare assente.

Marcello Dantas, curatore di Desert X AlUla 2024, ha commentato: Il deserto, spesso percepito come un luogo di vuoto, svela gradualmente i suoi intricati strati di esistenza man mano che ci si immerge in esso. Questi strati si manifestano attraverso il terreno in continuo mutamento, l'intricata danza del tempo, le testimonianze di vita e il potere trasformativo del clima. Desert X AlUla invita gli artisti a creare opere originali con una tela unica, su una scala senza precedenti. Abbiamo affidato a questi artisti la missione di scoprire tracce che trascendono i limiti della nostra vista, confondendo il confine tra ciò che vediamo e ciò che realmente percepiamo, in presenza di un'assenza.

Con il tema “In the Presence of Absence”, Desert X AlUla 2024 si chiede "cosa non può essere visto?". Spesso liquidati come spazi vuoti, i deserti sono resi muti e statici, ma c'è molto di più di quello che si vede.

Gli artisti che partecipano a Desert X AlUla 2024 sono stati invitati a esplorare idee del non visto e dell'inesprimibile. Incoraggiati a confrontarsi con ciò che non è immediatamente evidente, mettono in scena nuovi incontri con il paesaggio, immaginando prospettive alternative che colgono le forze impercettibili e le atmosfere del tempo, del vento, della luce, dei flussi di storia e dei miti intessuti nel luogo.

Desert X AlUla è una collaborazione tra Desert X e Royal Commission for AlUla (RCU), nata per promuovere un nuovo dialogo culturale attraverso l'arte.

Prima mostra site-responsive di questo tipo in Arabia Saudita, Desert X AlUla favorisce lo scambio tra artisti, curatori e comunità internazionali e locali, grazie a una visione curatoriale che si ispira al deserto. Basandosi sull'eredità di Desert X, che si svolge in California, nella Coachella Valley, Desert X AlUla attinge ai principi della land art, offrendo una profonda opportunità di sperimentare l'arte in dialogo con la natura.

Desert X AlUla ha svolto un ruolo fondamentale nell'aprire la strada allo sviluppo di un'altra iniziativa prevista ad AlUla nel 2026, Wadi AlFann, un sito di 65 chilometri quadrati destinato a diventare una destinazione globale permanente per la land art monumentale. Segnando un'importante pietra miliare nel Manifesto Culturale della Royal Commission for AlUla, la scala epica e monumentale delle commissioni intergenerazionali di Wadi AlFann aprirà un nuovo capitolo nella storia dell'arte, espandendosi e continuando per gli anni a venire. Sia Desert X AlUla che Wadi AlFann sono esempi della visione di RCU per l'arte nel paesaggio.

L'imminente edizione di Desert X AlUla si svolgerà in luoghi situati nel deserto di Wadi AlFann, a Harrat Uwayrid e alla stazione ferroviaria di AlManshiyah, invitando i visitatori a spostarsi lungo il percorso sperimentando paesaggi spettacolari e variegati mentre intrecciano il loro viaggio tra le opere.

Info: www.livingmuseum.com/arts.

G.S.

 Versione stampabile




Torna