Distribuito da Good Films, “Teneramente folle” sarà al cinema dal 18 giugno

Teneramente folle di Maya Forbes

  Cultura e società  

“Teneramente folle” è la storia di una insolita famiglia americana che vive nel Massachusetts, nel 1978: il padre Cameron Stuart (Mark Ruffalo), che ha un disturbo bipolare e passa da manifestazioni di puro affetto ad atti di totale follia, la madre Maggie (Zoe Saldana), che cerca lavoro, e le due bambine Amelia e Faith (due piccole non-attrici, la maggiore è la figlia della regista) che sono in cerca d'affetto.

Cameron riceve un sussidio minimo dalla nonna, la quale gestisce con grande parsimonia ed avarizia i fondi multimiliardari della famiglia Stuart.

Un giorno, la moglie decide di andare a New York dove ha vinto una borsa di studio che potrebbe aiutarla a raggiungere una posizione lavorativa migliore per sostenere la famiglia, parte ed affida le figlie al marito …

Il film è tratto dalla storia autobiografica dell'infanzia della regista e di sua sorella China nella Boston degli anni '70, allevate per un lungo periodo dal padre, Cameron Forbes, affetto da disturbo bipolare, mentre la madre studiava per ottenere l'Mba alla Columbia.

Mark Ruffalo interpreta un personaggio complesso e contradditorio, meraviglioso ed imbarazzante, geniale ed ingestibile, che passa da gesti di infinito amore a momenti di intensa violenza verbale e imperdonabili mancanze di responsabilità genitoriale. Zoe Saldana è efficace nei panni della madre divisa fra bisogni e sentimenti. Le due piccole non-attrici sono naturali e spontanee.

 Versione stampabile




Torna