Estonia, Sofia e Alonissos

Tre nuove guide turistiche di Morellini Editore

  Cultura e società  

Dallo scorso 27 giugno sono in libreria tre nuove guide turistiche di Morellini Editore: Estonia di Alessio Franconi (collana Insider), Sofia di Anna Masetti e Alonissos di Ughetta Lacatena (entrambe collana Guide Low Cost).

Estonia di Alessio Franconi è la guida alla punta di diamante delle tre Repubbliche Baltiche, al Paese giovane dalle tradizioni antiche, al Paese con le città dal sapore medievale ma dalla modernità più avanzata che si proclama "nazione digitale" e che ha dichiarato l'accesso a internet tra i diritti umani, al Paese dove respirare contemporaneamente un'aria cosmopolita nelle grandi città - Tallinn e Tartu - e l'immensità della natura a poco meno di 20 minuti di automobile dai centri urbani. Capitale dell'Estonia è Tallinn, città vibrante di eventi da cui facilmente è possibile raggiungere San Pietroburgo, Helsinki e Riga. Qui, cinta da mura medievali, si trova l'affascinante Città Vecchia con le sue stradine acciottolate, i vicoli stretti e gli affascinanti scorci sulla "Città bassa" e sulla collina di Toompea, dove si trova il castello e che da sempre ospita la nobiltà cittadina, e tra le cui strade, secondo la leggenda, potreste persino imbattervi in uno dei tre fantasmi che popolano questo luogo. Spostandosi da Tallinn verso la costa, meritano una visita le rovine gotiche del convento di Santa Brigida oppure potete godervi la spiaggia di Stroomi o di Rocca al Mare, un tranquillo quartiere il cui nome deriva da una villa costruita nella seconda metà del XIX secolo dal barone francese Arthur Girard de Soucanton. Il legame con l'Italia non è così inusuale in Estonia, tant'è che nei primi giorni di giugno la cittadina di Haapsalu si veste in tricolore per ospitare il Festival dei vini italiani. L'influenza del popolo e della cultura russa si può respirare ancora nella parte Nord dell'Estonia, area interessata da importanti giacimenti minerari e nella quale svettano i riconoscibili palazzi-dormitorio del periodo sovietico alternati agli immensi parchi naturali del territorio di Lahemaa, tra le più importanti aree forestali in Europa, dove poter avvistare caprioli, alci e cinghiali. Spostandosi verso Sud ci si potrà rinfrescare nelle placide acque del lago Peipsi, il terzo bacino lacustre dell'Europa (3500 kmq), passato alla storia per le battaglie che si disputarono sullo specchio di ghiaccio e che il regista Ejzenstejn rimise in scena nel 1938 nel film Aleksandr Nevskij. Sulle sponde del lago trovano alloggio due comunità: la minoranza Seto con radici ugro-finniche di religione ortodossa, e gli "antichi credenti", una comunità che basa la vita sul duro lavoro, che nei secoli ha creato esperti pescatori e coltivatori. La città più importante di questo territorio, nonché la seconda città dell'Estonia, è Tartu, dove vivono circa 20.000 studenti universitari. Degni di nota sono la curiosa Casa pendente e la Casa sottosopra, le affascinanti rovine della Cattedrale, il Museo delle Celle del Kgb. La zona Ovest dell'Estonia è costellata di piccole cittadine fin sulla costa da cui partono i traghetti per raggiungere le isole di Vormsi, Hiiumaa, Muhu, Saaremaa e Kihnu, le terre dei vichinghi con i caratteristici fari. Pärnu e Haapsalu sono i due centri più importanti dove ammirare gli incantevoli tramonti che incantarono anche il musicista Čajkovskij. Completano la guida le indicazioni sulla gastronomia locale, la cultura e gli indirizzi di ristoranti, alberghi e negozi dove assaporare il vero spirito estone.

Dopo la guida Insider Bulgaria, Anna Masetti torna in libreria con la guida dedicata a Sofia. Città ancora poco conosciuta dal turismo internazionale, Sofia è dinamica, multiculturale, fatta anche di divertimento e festival culturali. Rapidamente in crescita, guarda sempre più all’Occidente senza però dimenticare le sue radici balcaniche e le influenze orientali che si riflettono nei sontuosi palazzi del centro, nelle cupole dorate delle chiese ortodosse e nel contrasto che tutto questo ha con i quartieri operai di epoca socialista. Sarà impossibile restarle indifferenti.

Si parte con Ughetta Lacatena verso la più remota delle isole Sporadi Settentrionali, Alonissos, l'antica Ikos, asilo e rifugio della foca monaca e di altre specie protette, un’isola dalla natura rigogliosa e dalla temperatura ideale. Grazie alla sua posizione, non è mai troppo affollata ed è perfetta per le attività sportivo-naturalistiche outdoor. Bastano pochi giorni per visitarla tutta, ma conviene fermarsi un po' di più per godere dell'accoglienza della sua gente e delle vie acciottolate della Khora (Old Town), dei profumi che si sprigionano dalle taverne e dai forni, dei negozietti di artigianato locale. Patitiri, il villaggio principale dell'isola, raccoglie le attrazioni principali e offre le soluzioni ricettive più comode. Nella guida, consigli su alloggi, spiagge, attività, festival ed eventi, delizie gastronomiche. Il tutto sempre condito dalla favola più bella che le isole greche possano raccontare: il mito.

Dal 18 luglio sarà disponibile anche la quarta edizione di Tallinn di Alessio Franconi (collana Guide Low Cost) - Tallinn è una città alla portata di ogni turista; non troppo afosa d’estate e temperata d’inverno, l’ideale è visitarla a piedi, girando per le vie acciottolate della città vecchia, dichiarata sito Patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, oppure, fuori dalle mura, immergendovi nella storia recente dell’Estonia, tra palazzi dell’epoca zarista ed edifici ereditati dal periodo del dominio sovietico.

 Versione stampabile




Torna