FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 10, 17 novembre 2021

Ambiente, Igiene e Sicurezza, Problematiche ambientali

SodaStream: i suoi gasatori hanno ricevuto la certificazione “Global Carbon Footprint”
SodaStream fa un altro passo in avanti per il pianeta grazie ad una comunicazione trasparente sulla impronta di carbonio dei propri prodotti

Sodastream International B.V. leader mondiale nella produzione e distribuzione di sistemi di gasatura domestica di bevande, ha ricevuto la certificazione Global Carbon Footprint.

I gasatori Sodastream, si sa, permettono al consumatore di trasformare, in modo semplice ed istantaneo, la normale acqua di rubinetto in bibite gasate e acqua frizzante.

I gasatori Sodastream, che sono facili da usare, promuovono, quindi, salute e benessere, eliminano la necessità di trasportare bottiglie dal supermercato a casa, ma, soprattutto, sono ecologici: una sola bottiglia SodaStream, riutilizzabile, infatti, permette, di sostituire migliaia di bottiglie di plastica monouso.

La certificazione vale sia per il classico gasatore, che è attualmente il più venduto, sia per il nuovo DUO, in arrivo, in questi giorni, anche in Italia. Nei prossimi mesi, possiamo anticiparlo, saranno pronte anche le etichette per i gasatori TERRA e ART, introdotti recentemente nel mercato internazionale e in arrivo, in Italia, nel prossimo anno, vale a dire il 2022.

SodaStream si conferma, così, capofila nella lotta all’inquinamento da plastica monuso e nella promozione di stili di vita sostenibili, offrendo ai consumatori un modo sostenibile di bere acqua gasata.

Tra gli obiettivi di sostenibilità, dichiarati in occasione della scorsa Giornata Internazionale della Terra, SodaStream ha annunciato di arrivare ad eliminare 78 miliardi di bottiglie di plastica monouso entro il 2025: un gasatore SodaStream consente, infatti, di risparmiare migliaia di bottiglie di plastica monouso.

Ora, con la certificazione Global Carbon Footprint, l’azienda rafforza ulteriormente il suo impegno per la salvaguardia del pianeta.

Il Carbon Trust, lo ricordiamo, è una guida indipendente di esperti, che fornisce strumenti e competenze mirate dal fronte del cambiamento climatico per raggiungere l’obiettivo NetZero, vale a dire la neutralità del carbonio: da oltre 20 anni, Carbon Trust ha avviato alla strada della decarbonizzazione aziende, governi e organizzazioni di tutto il mondo e certifica la loro impronta ambientale misurando i loro progressi.

SodaStream, dunque, ha ottenuto l’etichetta Carbon Trust Reducing e può certificare e comunicare ai consumatori i progressi compiuti nella riduzione della sua impronta di carbonio.

Questa certificazione serve anche come promessa per il futuro: l’uso dell’etichetta Carbon Reduction, lo sottolineiamo, viene verificato e rinnovato ogni due anni, solo se le aziende dimostrano che l’impronta di carbonio dei loro prodotti e servizi già certificati, sia in continua diminuzione.

Karin Schifter-Maor, direttore marketing global SodaStream, ha commentato: L’impatto del carbonio è una misura riconosciuta e quantificabile, allineata con le azioni sul cambiamento climatico e che SodaStream è orgogliosa di condividere proprio nei giorni in cui i nostri leader sono impegnati alla COP26, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Glasgow.

Info: www.SodaStream.it.