FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 8, 22 settembre 2021

Ambiente, Igiene e Sicurezza, Problematiche ambientali

Emoving Days: il futuro della mobilitĂ 
Un nuovo e ambizioso evento ha coinvolto Milano

Nel weekend del 4 e 5 settembre il moderno e suggestivo quartiere di CityLife di Milano, con i suoi ampi e frequentati spazi esterni, ha ospitato la prima edizione di Emoving Days: experience, test, momenti di formazione e di divertimento hanno animato il village e l’Emoving Arena.

Il 2020 e i primi mesi del 2021 hanno accelerato in modo importante la tendenza all’utilizzo di mezzi alternativi all’auto e al trasporto pubblico. Su tutti, senz’altro il settore bici, che ha registrato numeri record, sia per quanto riguarda i modelli tradizionali che in particolare per le eBike, che hanno incrementato le vendite del 44% rispetto al 2019. Tuttavia, la crescita non si è limitata al mercato delle due ruote, ma ha riguardato in generale tutto il settore della micro-mobilità alternativa, specialmente quella elettrica: monopattini, skateboard elettrici, hoverboard, onewheel, cargo bike, S-Pedelec, fino ad arrivare agli scooter e alle moto elettriche che rientrano oggi tra i mezzi prediletti dalle persone per gli spostamenti in città.

In questo contesto, e a fronte di questa tendenza, è nata l’idea, da parte di Sport Press Srl SB in partnership con Green Media Lab Srl SB, di creare un evento dedicato a tutto il mondo della mobilità elettrica e urbana, aprendo le porte anche a segmenti più performanti (Road, Mountain Bike e Gravel), nonché al settore dello sharing, anch’esso in costante crescita.

Molti brand operanti in questi mercati ed altri importanti partner più trasversali, sono intervenuti nel villaggio appositamente allestito nelle piazze di CityLife durante il primo weekend di settembre.

Presso il GUD, noto locale all’interno degli Orti Fioriti, nonché nell’Emoving Arena, sono state organizzate presentazioni, tavole rotonde e dibattiti su svariate tematiche di interesse sia per i cittadini sia per gli addetti ai lavori. Durante l’evento sono stati coinvolti personaggi di spicco quali esponenti scientifici, associazioni, istituzioni e atleti, oltre a urbanisti, esperti di cambiamento climatico, ciclo-viaggiatori e scienziati che hanno comunicato al pubblico i temi della sostenibilità connessi allo sviluppo di una mobilità urbana ciclopedonale e intermodale.

I visitatori sono stati coinvolti in vari test prodotto, experience, uscite guidate. Per i più giovani e le famiglie sono state anche organizzate alcune attività avvincenti e interessanti.

Attraverso questa nobile iniziativa, gli organizzatori si sono prefissi come ulteriore obiettivo quello di promuovere attivamente lo sviluppo e il potenziamento di infrastrutture per la mobilità ciclabile ed elettrica urbana (nello specifico lo sviluppo di piste ciclabili, punti di ricarica etc.) e altresì l’accesso a tipologie di trasporto equo basato su energia muscolare o su energia elettrica da fonti 100% rinnovabili.

A fronte di ciò, l’attenzione durante l’evento è stata massima sul fronte della sostenibilità, a partire dalla promozione ad un uso responsabile dell’acqua fino alla massima limitazione di emissioni e una ridotta produzione di rifiuti. Proprio per questo l’intera manifestazione è stata ad impatto zero tramite un’attenta analisi delle emissioni di CO2 equivalenti, il calcolo della compensazione necessaria (in collaborazione con Carbon Sink) e il successivo pagamento dei crediti di carbonio.