FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 6, 27 agosto 2018

Ambiente, Igiene e Sicurezza, Problematiche ambientali

SostenibilitĂ  di Thai Union
La multinazionale, di cui fa parte anche il brand Mareblu, dedicata alle iniziative e ai progetti sostenibili sviluppati in Europa e nel mondo

Tra i dati più importati riportati nella newsletter, si segnala che dall’inizio del 2018, più del 90 per cento del tonno di marca venduto dai brand europei di Thai Union proviene da comunità di pesca certificate FIP o MSC.

Per quanto riguarda le iniziative legate alla sostenibilità sviluppate in Italia, spicca la partnership tra Mareblu e Legambiente, attiva dal 2012. La partnership segna anche la nascita del nuovo Tonno all’Olio d’Oliva con meno olio, suffragato dal logo Legambiente presente sulle confezioni.

Il nuovo Tonno Mareblu mantiene inalterata la sua bontà, conservando tutto il gusto del mare e impegnandosi a rispettarlo. Nella formula ideata con Legambiente, la quantità di tonno nelle confezioni da 60g è la stessa presente in quelle da 80g, ma con meno olio: il risultato è un prodotto pratico e amico dell’ambiente, che evita lo spreco e la dispersione di olio nel mare, causato dall’abitudine di sgocciolare il prodotto nel lavandino. Sono numerosi i progetti che, nel corso degli anni, hanno visto Mareblu al fianco di Legambiente: uno dei più recenti è Tartalove, dedicato alla tutela delle tartarughe marine.

Thai Union Group pubblica il suo Report sulla Sostenibilità per il 2017. Nel mese di giugno, Thai Union Group ha pubblicato il suo quinto Report sulla Sostenibilità, che specifica i progressi compiuti rispetto ai principali indicatori della performance e agli obiettivi delineati nella strategia dell’azienda per la sostenibilità, SeaChange.

Il report dimostra come l’approccio strategico di Thai Union alla sostenibilità stia trasformando le modalità operative dell’industria ittica in tutto il mondo. Illustra inoltre l’andamento della sostenibilità promosso da Thai Union in ogni aspetto delle sue attività: da come l’azienda si prende cura degli oceani a come gestisce i rifiuti; dalla responsabilità verso i suoi dipendenti, alla costruzione di un futuro più luminoso per le comunità in cui l’azienda è attiva.