FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 1, 3 febbraio 2017

Cultura e societĂ , Cinema, teatro e spettacoli vari

La luce sugli oceani di Derek Cianfrance
Nelle sale da marzo distribuito da Eagle Pictures

Australia. Subito dopo la fine della Prima guerra mondiale, Isabel (Alicia Vikander,) e Tom (Michael Fassbender) Sherbourne vivono una vita tranquilla.

Il taciturno Tom, eroe di guerra, che cerca di fuggire dal doloroso e recente passato e provare ad espiare i suoi peccati da soldato, è il guardiano di un faro in una piccola e sperduta isola australiana tra l'oceano Indiano e l'oceano Australe. Lei è la bella Isabel, conosciuta, quasi per caso, poco prima di imbarcarsi per l'isola e presto innamoratasi di lui. Entrambi sono felici …

Un giorno, però, sulla spiaggia antistante il faro, i due coniugi trovano un'imbarcazione a remi naufragata con a bordo una bimba che piange accanto al cadavere di un uomo e ad un sonaglino d'argento.

Isabel, già ferita da due gravidanze interrotte, vuole tenere la bambina, che chiama Lucy, e crescerla come fosse sua figlia, convincendo anche Tom.

Ma non molto tempo dopo si presenta a loro Hannah Roennfeldt (Rachel Weisz), che sostiene di essere la madre della bambina, nonché moglie del defunto trovato con essa.

Il film, uno strappalacrime dramma storico, tratto dall'omonimo best seller del debuttante M. L. Stedman, è stato presentato alla Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, dove è stato accolto tiepidamente dalla stampa internazionale.

Cianfrance, con le musiche, malinconiche, di Alexandre Desplat e la fotografia di Adam Arkapaw, dirige bene i suoi attori, ma non riesce a scuotere, realmente, l'emotività di chi guarda. Belle le immagini di uno sconfinato oceano, che, con forza, si abbatte sulla Terra.