FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 10, 25 giugno 2014

Turismo d’autore, In Italia

Estate e cicloturismo per tutti: con FIAB un connubio vincente
18.000 km di percorsi ciclabili della rete Bicitalia e oltre 2.000 strutture ricettive “amiche della bicicletta” su Albergabici.it

Dalle Dolomiti alle suggestive terre del Carso, dai castelli della Loira alla natura selvaggia della Sardegna e alle tradizioni della Puglia: sono moltissime le proposte di vacanze e tour in bicicletta.

E, per pedalare in famiglia, i consigli di Silvia Malaguti (FIAB) e Roberto Furlan (WWF) nel nuovissimo manuale “Bimbi in bici”

In forte crescita negli ultimi anni, il cicloturismo sta diventando il fenomeno più rilevante dell’estate 2014. Spinti da una passione personale per la bicicletta o, spesso, semplicemente dal desiderio di fare nuove esperienze e di vivere una vacanza attiva a contatto con la natura e alla scoperta delle ricchezze del territorio, sono sempre più numerose le persone che scelgono una vacanza a due ruote lungo percorsi e itinerari che rigenerano corpo e spirito.

A tutti loro è dedicata da venticinque anni l’attenzione e l’impegno di FIAB - Federazione Italiana Amici della Bicicletta che, attraverso le oltre 140 associazioni attive sul territorio, propone itinerari di ciclovacanze in Italia e all’estero, con soluzioni per ciclisti appassionati, sportivi, gruppi di amici, amanti del turismo “slow” e anche per famiglie con bambini.

Un viaggio a due ruote è adatto proprio a tutti: chi sceglie di partire insieme ai più piccoli può fare affidamento su “consigli e buone pratiche per pedalare in famiglia”, anche in vacanza, raccontati da Silvia Malaguti (FIAB) e Roberto Furlan (WWF) nel nuovissimo manuale “Bimbi in bici” di Ediciclo Editore (www.ediciclo.it).

Chi si affaccia alla scelta di una vacanza in bicicletta, con o senza bimbi, ha oggi la certezza di trovare, finalmente anche in Italia, percorsi e servizi di accoglienza “amici della bicicletta”.

Bicitalia, voluta da FIAB sull’esempio della rete europea EuroVelo, è oggi una realtà di 18.000 km di percorsi ciclabili (di cui 10.000 già mappati): una rete ciclabile nazionale che permette di attraversare l’Italia in bicicletta da Nord a Sud e da Est a Ovest lungo 18 grandi itinerari identificati e 50 ciclovie di qualità (www.bicitalia.org).

Un altro, utilissimo, servizio promosso da FIAB per il mondo del cicloturismo è www.Albergabici.it, il motore di ricerca in tre lingue - italiano, inglese, tedesco - che permette di scegliere dove alloggiare tra oltre 2000 strutture ricettive italiane (hotel, bed & breakfast, campeggi, agriturismi, rifugi montani ecc.) che offrono un’accoglienza dedicata ai turisti sulle due ruote, con servizi specifici di ristorazione, rimessaggio e assistenza tecnica biciclette.

Chi invece vuole partire con un viaggio organizzato può scegliere tra le moltissime proposte FIAB, realizzate in collaborazione con i più importanti tour operator italiani specializzati in cicloturismo: itinerari di durata e difficoltà diverse accompagnati da volontari esperti per godere appieno, e in tutta sicurezza, dell'esperienza di una vacanza in bicicletta in Italia o all’estero. Ecco qualche esempio:

“Carso 2014" - dal 27 al 29 giugno: un weekend di pedalate per celebrare la ricorrenza del centenario dello scoppio della Prima Guerra Mondiale alla riscoperta del Carso. Formula: Auto+bici. Percorso: 100 km. Difficoltà: media.

"Valle della Loira" - dall’11 al 23 luglio: un tour di 7 giorni da Orléans a Saint Nazaire lungo il corso della Loira tra castelli incantati e grandi boschi incontaminati, fino a toccare il paesaggio dolce della costa della Vandea. Formula: Pullman+bici. Percorso: 500 km. Difficoltà: media. Quota: 980 euro.

"L'Anello delle Dolomiti" - dal 12 al 19 luglio: spettacolare tour alla scoperta di territori ricchi di storia e arte, fino a giungere nel cuore delle Dolomiti, per poi ridiscendere alla pianura attraversando le vallate del bellunese, della Pusteria, dell’Adige e la Valsugana. Percorso: 400 km. Difficoltà: media. Quota: 621 euro.

“Alla scoperta del Sannio e dei Sannini” in Molise - dal 20 al 27 luglio: itinerario tra le bellezze di una Regione tra le meno conosciute d’Italia, ricca di siti archeologici sia Romani sia Sanniti, musei, chiese e castelli medievali. Percorso 400 km. Difficoltà: impegnativa.

“La Costa Est della Sardegna” - dal 18 al 23 agosto: otto giorni alla scoperta del mare e della natura dell’isola pedalando da Olbia a Orosei. Percorso: 350 km. Difficoltà: facile. Quota: da 756 euro.

"Taranta in Bici Camp & Music" - dal 22 al 30 agosto: pensato in maniera particolare per il pubblico dei giovani e per i cicloturisti più avventurieri e curiosi è una vacanza di una settimana che unisce il viaggio in bicicletta al campeggio alla scoperta della grande tradizione salentina, in particolare con l'organizzazione di laboratori di "pizzica", la celebre danza popolare, e lezioni di tamburello. Percorso: 300 km. Difficoltà: facile. Quota: 600 euro.

“Alta Pusteria: un passo dal cielo” - dall’11 al 14 settembre: da San Candido quattro itinerari tra le valli dolomitiche: la ciclabile della Drava, la Dobbiaco-Cortina, il lago di Braies e la Val Fiscalina. Formula treno+bici. Percorso: 200 km. Difficoltà: media.

“Da Gorizia a Zara” - dal 24 al 28 settembre: cinque giorni in Croazia pedalando nell’Istria più vera, fuori dai percorsi noti, tra colori, profumi e storie. Formula: Pullman+bici. Percorso: 290 km. Difficoltà: media. Quota: 400 euro.

Le quote includono generalmente pernottamenti, pranzi, visite e trasferimenti, come indicato nei singoli programmi.

Info: http://fiab-onlus.it/bici/la-fiab/associazioni-aderenti/gite-raduni.html - www.biciviaggi.it/viaggi_2014.htm

Fondata nel 1988, FIAB Onlus-Federazione Italiana Amici della Bicicletta è oggi la più forte realtà associativa dei ciclisti italiani non sportivi. Con circa ventimila soci suddivisi in 142 associazioni sparse su tutto il territorio italiano, FIAB è prima di tutto un’organizzazione ambientalista che, come riporta il suo Statuto, promuove la diffusione della bicicletta quale mezzo di trasporto ecologico in un quadro di riqualificazione dell'ambiente, urbano ed extraurbano.

Forte della presenza tra i suoi soci di numerosi esperti in campo sanitario, giuridico, urbanistico, ingegneristico e paesaggistico, FIAB è diventata, negli anni, il principale interlocutore di numerosi enti locali sull’importante tema della mobilità sostenibile. FIAB è stata riconosciuta dal Ministero dell’Ambiente quale associazione di protezione ambientale (art. 13 Legge n. 349/86) e inserita dal Ministero dei Lavori Pubblici tra gli enti e associazioni di comprovata esperienza nel settore della prevenzione e della sicurezza stradale.

Tra le numerose iniziative, FIAB organizza ogni anno Bimbimbici, manifestazione nazionale dedicata a bambini e ragazzi che nel 2013 ha toccato 250 città, e Bicistaffetta, per promuovere il cicloturismo quale volano economico del nostro Paese. Fiab aderisce a E.C.F.-Federazione Europea dei Ciclisti. Presidente di FIAB è Giulietta Pagliaccio.

Info: www.fiab-onlus.it.