FOCUS ON LINE - RIVISTA N° 8, 4 settembre 2012

Cultura e società, Cinema, teatro e spettacoli vari

Tutti i rumori del mare, primo lungometraggio di Federico Brugia
Il film è nella sale dal 24 agosto distribuito da Maremosso in collaborazione con Lo Scrittoio

Il protagonista, X (Sebastiano Filocamo), è un uomo che ha scelto di non esistere, che si è lasciato alle spalle un passato doloroso e irrisolto, che ora vive senza identità. Lavora per un’organizzazione criminale che traffica in merci e esseri umani, in particolare donne da avviare alla prostituzione di alto bordo.

L’uomo viene incaricato di prelevare da Budapest e trasportare in Italia una ragazza diversa rispetto a quelle che è abituato a consegnare: Nora (Orsi Tóth), una piccola e fragile donna che ha fame di vita e sogna un futuro migliore. Durante il viaggio accade qualcosa di inaspettato e a X viene chiesto di abbandonare e successivamente uccidere la giovane.

Da quel momento il protagonista compirà delle scelte che rimetteranno in discussione la sua identità e la sua non-esistenza.

L’insistente voce fuori campo di X, i colori denaturati, la fotografia volutamente sbiadita, lo stile scarno, quasi documentaristico, raccontano ottimamente i silenzi, i paesaggi, le pause e i gesti ripetuti dei personaggi.

SG