Milano, Piazza Cesare Beccaria: la sfida più innovativa di Biosphera project

13/10/2018

Fino a domani, domenica 14 ottobre, dalle ore 10 alle ore 17, in Piazza Cesare Beccaria a Milano, si può visitare Biosphera Equilibrium, la sfida più innovativa di Biosphera project, giunto alla sua terza fase, promosso da Aktivhaus in collaborazione con numerosi enti, università ed imprese per testare le tecnologie più avanzate al mondo nell’ambito della bioedilizia ed implementare le tecnologie testate in edifici di nuova costruzione.

Dopo Biosphera 1.0, focalizzato sulla modularità, e Biosphera 2.0, edificio attivo, focalizzato sulle prestazioni energetiche (testato a -20° e +40°), infatti, ora il modulo Biosphera Equilibrium implementa tutto quanto finora realizzato ed adotta nuove tecnologie e soluzioni architettoniche allo scopo di portare ad una reale rigenerazione psico-fisica

Biosphera Equilibrium è un edificio mobile, energicamente autonomo e flessibile dalle altissime prestazioni fisiche, energetiche, ambientali e biofiliche. L’edificio, infatti, è stato costruito adottando alcune delle tecnologie più avanzate al mondo, ad oggi disponibili, secondo i principi indicati dalla Biofilia per generare il massimo benessere di chi lo abita, focalizzando la progettazione non solo su autonomia energetica e massime prestazioni.

Biosphera Equilibrium è in grado di produrre energia per 8.000 Kilowattora / anno, mentre per mantenere gli standard abitativi nel massimo comfort, richiede solo 2.000 Kilowattora / anno (stime annue medie).

Biosphera Equilibrium, quindi, è un edificio attivo che produce quattro volte più energia di quanto necessita. Parte dell’energia eccedente viene utilizzata durante il road show per alimentare un’auto elettrica.

L’edifico Biosphera Equilibrium sarà testato come abitazione, scuola, ufficio e residenza sanitaria nel corso dei prossimi 20 mesi durante un road show in Italia e Svizzera.

Quando ci troviamo all’aperto in un ambiente naturale il nostro corpo e la nostra mente si rigenerano. È la nostra esperienza a insegnarcelo e sono la psicologia, la genetica, la neurologia e la fisiologia a confermarlo scientificamente. ha dichiarato Mirko Taglietti ideatore e promotore di Biosphera - A questo progetto hanno lavorato biologi, psicologi, architetti, ingegneri, botanici, creativi, illuminotecnici, neuroscienziati, artisti, artigiani e visionari. Lo scopo è stato realizzare un edificio dove accadano i medesimi fenomeni di rigenerazione fisica e psichica.

Dopo Milano, Biosphera Equilibrium sarà a Locarno, Spreitenbach, Rohrschach, Airolo e, nel 2019, a Bolzano, Dobbiaco, Val di Non, Milano, Como, Valmorea, Bari, Roma, Verona.

Alla progettazione e realizzazione di Biosphera Equilibrium hanno partecipato: Aktivhaus come soggetto ideatore e promotore; il Comune di Milano come ente patrocinatore; Minergie, Casaclima e Pefc come enti certificatori; l’Università della Valle d’Aosta, il Dipartimento di scienze mediche dell’Università di Torino, il Choose dell’Università Tor Vergata di Roma, il Futurfood institute, Labgrade e Ticino energia come enti di ricerca e associazioni; MINI, Internorm Italia, Rockwool, Artuso, Sunage, Olev, T&T, Ave, GSI control come main partner; Agrisu, Bluemartin, Bricks4kids , Coblanco, Coelux, Dot Q, Wood Control, Gerflor , Lametal, Newtohm, Pirmin Murer, Polimax Italia, 4eservizi, RAD, Red, SIGA, Sigma coatings, Thimus, Une, Energie Naturali, Genesis, Studio Sandrini, APCAS, Lamellazione, Master Way, Sim- patia e Ceasen come innovation partner.

Info: www.biospheraproject.com