Milano, Teatro Franco Parenti: Mini rassegna di danza con le creazioni di Susanna Beltrami e Mathurin Bolz

16/10/2015

In Sala Grande il 16 e il 17 ottobre 2015: ROLLING IDOLS - COMPAGNIA SUSANNA BELTRAMI - Uno spettacolo di Susanna Beltrami - Prima assoluta

In Sala Grande il 21 e il 22 ottobre 2015: Fenêtres di Mathurin Bolze

In Sala Grande il 23 ottobre 2015: Barons Perchežs di Mathurin Bolze

ROLLING IDOLS: una produzione ContART/DANCEHAUSpiù in collaborazione con ArtedanzaE20. In principio era un bambino seduto sulle rive verdastre del Missisipi che batteva uno stecco nel fango per dare ritmo alle sue canzoni. Un riff sporco e grezzo che scava nel contagioso e diabolico suono di una vecchia America. Assoli di armonica, quanto basta per risvegliare le note di un blues lontano. L’occhio di una cinepresa entra allora nelle viscere di questo paesaggio, una genesi senza uomini e senza il loro tempo. Da una giostra di immagini acidificate, trabocca un microcosmo visionario e psichedelico, popolato da una miriade di personaggi meravigliosamente androgini, sensuali e multiformi, ritratti nella celebrazione dei loro riti di immortalità e scanditi dalla ricerca di nuove sonorità. Sono le icone distorte di un’opera immensa, contraddittoria ed eterna, una cantata per corpi elettrici, quella del gruppo rock Rolling Stones, qui interpretata dai danzatori/musicisti della Compagnia Susanna Beltrami e rimanipolata attraverso la tensione drammatica che scaturisce da una scrittura caleidoscopica e stratificata, l’uso potente dell’immagine filmica, l’animo dark e sublime del costume e un dj-set che mixa e contamina il blues degli epigoni con il canto cupo e velato di Marianne Faithfull e ancora l’inconfondibile voce sussurrata e poi gridata di Mick Jagger. E’ in quel fango primigenio che parla di un modo latente che s’intravedono allora i bagliori dei colori, petali sfuocati che colpiti dalla luce evocano sogni e speranze per il futuro. Il diritto al sogno e al riscatto sociale attraverso l’arte e la musica, per continuare ad esistere come individuo.

Fenêtres - Produzione Compagnie les mains les pieds et la tete aussi con il sostegno dell'Istituto Francese di Parigi e la Città di Lione e Regione Rhône Alpes. Coprodotto Teatro Franco Parenti/Ambasciata di Francia in Italia / Institut français Italia" in occasione di Expo 2015 e nel quadro della stagione artistica "La Francia in scena" in collaborazione con Institut Francais di Milano. Ispirato al personaggio calviniano protagonista de Il Barone Rampante, Cosimo - che decide di vivere in una capanna su un albero - il protagonista di Fenêtres è Bachir, che vive in un cubo dotato di finestre dove inventa una vita con una gravità minore. Spettacolo storico della compagnia Les mains les pieds et la tête aussi, vero e proprio “manifesto” dell’eccellenza performativa di Mathurin Bolze, con la novità di un nuovo straordinario interprete, il giovane Karim Messaoudi, erede diretto dei segreti e delle chiavi di questo spaccato di vita a tre dimensioni.

Barons Perchežs di Mathurin Bolze

Mathurin Bolze è acrobata, giocoliere, clown, danzatore e ‘trampolinista’ di straordinaria precisione ed eleganza. Il suo talento presenta molteplici sfaccettature, una grazia e una sicurezza aerea assolute, una disciplina e una incredibile padronanza del corpo che rende invisibile lo sforzo e trasforma la materia in astrazione poetica, in una precisione terribile e pressoché inquietante nella purezza del movimento, della linea e della traiettoria del corpo nello spazio. In questa occasione Bolze presenta due spettacoli ispirati al Barone Rampante di Italo Calvino. Produzione Compagnie les mains les pieds et la tête aussi/La comédie de Valence - CDN Drôme Ardèche in collaborazione con l’Institut Français di Milano, Con il sostegno dell'Istituto Francese di Parigi e la Città di Lione, Commissione nazionale per le arti circensi. In occasione di Expo 2015 e nel quadro della stagione artistica "La Francia in scena", lo spettacolo è coprodotto con il Teatro Franco Parenti e l'Ambasciata di Francia in Italia / Institut français Italia / In questo spettacolo ritroviamo Bachir, lo stesso protagonista di Fenêtres, ringiovanito e nel medesimo tempo invecchiato. È solamente la sua ombra? Ha un fratello? Ha un amico immaginario? Sta diventando completamente pazzo? Oppure si tratta solo di un sogno? Mathurin Bolze, qui anche in scena con i suoi straordinari virtuosismi, ci fa sprofondare in un immaginario sospeso, fatto di tempo che passa, di solitudine e di amore fraterno.

Info: tel 0259995206 - biglietteria@teatrofrancoparenti.it;