Presentato il cartellone per la stagione 2021 – 2022

Milano, Teatro Carcano: la nuova stagione

  Cultura e società  

Serena Sinigaglia e Lella Costa (direzione artistica), insieme a Mariangela Pitturru (programmazione e coordinamento artistico) hanno presentato la nuova stagione del Teatro Carcano di Milano.

La nostra volontà è ferma: riconquistare uno spazio pubblico, condiviso, fatto di corpo a corpo e di umanità che specchiandosi si riconosce e riconoscendosi si migliora. Crediamo in un teatro popolare di qualità che sappia coniugare i tempi, sorprendere con accostamenti inaspettati, un gesto concreto e profondo insieme.

Si ritroveranno gli artisti, che, negli ultimi anni, sono stati di casa al Teatro Carcano in una logica, sana e necessaria, di continuità col passato: le Nina’s Drag Queen, Tindaro Granata, Maria Amelia Monti, Marina Massironi, Davide Palla, Veronica Cruciani, Flavio Albanese, Andrea Chiodi, i Kataklò e i Fantateatro.

Ci saranno anche nuove alleanze con grandi istituzioni del teatro italiano quali il Teatro Stabile di Torino, il Teatro Stabile del Veneto, il Teatro Stabile di Bolzano, il Teatro Sociale di Como, il Teatro Grande di Brescia attraverso la presenza di artisti quali Valerio Binasco, Filippo Dini, Natalino Balasso, Giovanni Sollima, Fedrica Fracassi, Michele di Mauro, Giancarlo De Cataldo, Elisabetta Pozzi, Maria Paiato.

Non mancheranno gli Oblivion, il gruppo di straordinari virtuosi del canto (nella foto), Angela Finocchiaro, un’outsider della comicità, e i kenyoti The Black Blues Brothers con le loro evoluzioni fisiche.

Il cartellone della nuova stagione prevede anche incontri inaspettati, sodalizi capaci di accendere quella scintilla di vita vera che solo il teatro può regalarci: Isabella Aragonese insieme a Lucia Calamaro, Chiara Francini e i Fanny &Alexander, Ugo Pagliai e Paolo Gassman con Babilonia Teatri, Ugo Dighero e Paolo Fresu, Chiara Lagani e Fiorenza Menni per un 8 marzo legato all’Amica Geniale di Elena Ferrante.

Tradizione e innovazione, classico e contemporaneo, passato e futuro si confrontano, si mescolano, si fondono.

E il lunedì? Il lunedì sarà dedicato a pensare e discutere. Mai come in questo periodo storico c’è bisogno di riferimenti, di sguardi illuminati capaci di orientare, ai quali aderire o magari, perché no?!, da cui dissentire!

"Follow the Monday" ovvero Scegli il lunedì per venire al Teatro Carcano ad assistere alle lezioni sceniche inusuali di Saviano, Severgnini, D’Avenia, Odifreddi, Tlon, Murgia e Valerio, Recalcati, Tozzi e Baglioni, Greison, Mancuso, Colombo, Carofiglio, Cotto che toccheranno gli argomenti più disparati, dal rock maledetto alla botanica; dall’astronomia alla fisica; dal coraggio del pensiero libero alla storia contemporanea; dalle lezioni di meraviglia a quelle di chiarezza, a quelle di gentilezza; dalla coscienza ecologica all’erotismo alla scuola.

La nostra convinzione è che il teatro oggi non sia solo lo spettacolo ma che esista il bisogno di invadere strade e quartiere: il dovere civico e sociale di “fare comunità” ci porta poi alla preziosa collaborazione con ATIR.

Durante tutta la stagione, la compagnia milanese, diretta fino ad ora da Serena Sinigaglia, animerà il Teatro Carcano attraverso molteplici e variegate azioni: eventi legati a grandi ricorrenze quali il 25 aprile e la prima della Scala, laboratori rivolti alla cittadinanza, spettacoli e attività che invaderanno tutti gli spazi del teatro dal foyer ai sotterranei del 1400 e feste danzanti che non vediamo l’ora di ricominciare a fare. ATIR sarà anche in stagione con la restituzione di un corposo laboratorio che ha coinvolto oltre 80 persone di diversa provenienza: Odissea, storia di un ritorno.

Lella Costa e Serena Sinigaglia, in particolare, saranno impegnate su due colossi della letteratura mondiale.

Lella Costa, infatti, presenterà “Intelletto d’amore”, un viaggio attraverso Dante diretto da Gabriele Vacis. mentre Serena Sinigaglia dirigerà “La peste” di Albert Camus su adattamento di Emanuele Aldrovandi e della stessa Sinigaglia.

In scena ci saranno anche Ascanio Celestini con “Museo Pasolini”, Serena Dandini (nella foto) con “Vieni avanti, cretina” , Michela Murgia con il suo “Don Giovanni”.

Infine segnaliamo “Se non posso ballare, non è la mia rivoluzione”, diretto da Serena Sinigaglia e interpretato da Lella Costa, uno spettacolo manifesto di una poetica condivisa: lo spettacolo, come l’intera stagione, è dedicato alle donne, alla loro tenacia, alla loro intelligenza, alla loro capacità di non piegarsi e reinventare la storia, sempre.

Il cammino verso la parità è ancora lontano e noi, insieme a molti altri, proviamo a dare il nostro contributo.

È l’inizio di un cammino che speriamo possa arricchirsi del vostro aiuto e della vostra compagnia: il teatro, e questo è il bello, si fa insieme, spettatori e attori, un unico corpo che osiamo definire “umanità”.

Info, cartellone completo con artisti, date ed orari, prenotazioni: Teatro Carcano - Corso di Porta Romana 63, 20122, Milano - tel 0255181362 e 0255181377 (WhatsApp) - info@teatrocarcano.com - www.teatrocarcano.com.

 Versione stampabile




Torna