La società civile italiana e indiana si mobilita per il popolo indiano.

Ossigeno per l’India

  Cultura e società  

Dall’aprile 2021 l’India si trova ad affrontare la più grave emergenza sanitaria della sua storia. Il Covid19 con la variante indiana ha messo in ginocchio un sistema già fragile in cui la carenza di posti letto e dell’ossigeno necessario per trattare i tanti malati gravi determina previsioni a tinte fosche. Sono già 29 milioni i contagiati, con un andamento che, dai 400.000 contagi giornalieri e 4.000 morti al giorno del mese scorso, registra ora oltre 100.000 contagi e 2.500 vittime al giorno, una situazione ancora a dir poco drammatica.

A fronte di ciò, Care&Share Italia, che opera da 30 anni nell’India del sud - in particolare nella città di Vijayawada, principale città dell’Andhra Pradesh - per supportare l’infanzia marginalizzata, ha recentemente promosso una nuova campagna umanitaria che ha trovato ascolto nella società civile italiana e indiana e nello specifico attraverso la collaborazione di importanti organizzazioni che da decenni si occupano di promuovere l’interscambio e la cultura indiana in Italia ma anche italiana in India.

Lo sforzo operativo di Care&Share Italia, con il supporto di Indian Business Forum for Italy, The Indo-Italian Chamber of Commerce and Industry ed Indian Association of Northern Italy. è volto alla protezione dei bambini, alla cura dei malati e al sostegno delle strutture sanitarie in questo tragico momento.

I 1.500 bambini delle comunità assistite da Care&Share Italia sono costantemente monitorati e accolti, se positivi, nei centri di quarantena, aiutando le loro famiglie recluse dai frequenti lockdown o in isolamento. Sono persone senza reddito e impossibilitate a comprarsi del cibo che vengono sostenute con pacchi alimentari in grado di nutrire una famiglia per un mese. I malati oramai sono senza posto in ospedale e pertanto sono ospitati e curati nei centri di quarantena. Vengono dati loro i dispositivi medici di prevenzione e una cura vitaminiche per affrontare la degenza.

Sono molti gli ospedali al collasso: Care&Share Italia ha deciso di mettere al sicuro 4 Health Center negli slum di Vijayawada, che sono centri di prima assistenza di quartiere, e collaborare con gli Ospedali Covid di Vijayawada e Nellore. A questi ultimi è prevista la fornitura di attrezzature (in particolare ventilatori per terapie intensive, concentratori di ossigeno ma anche coperte e materassi) mentre agli Health Center la distribuzione di dispositivi di protezione per medici e volontari alle prese con questa grande emergenza. È stato inoltre attivato un programma di sostegno ai 13 CCI (Child Care Institute) dell'intero distretto per orfani del covid e figli di ammalati.

Ricordiamo che Care&Share Italia è una ONG che opera in India dal 1991 a favore e tutela dell’infanzia abbandonata e delle comunità marginalizzate. Indian Business Forum for Italy ha lo scopo di favorire, sviluppare e rafforzare i rapporti di collaborazione commerciale e industriali tra enti privati, pubblici, aziende e imprese operanti in Italia e in India. The Indo-Italian Chamber of Commerce and Industry, attiva dal 1966, ha lo scopo di promuovere l’interscambio commerciale, industriale e culturale indo-italiano. Indian Association of Northern Italy rappresenta la comunità indiana in Italia e si occupa di promuovere eventi sociali e culturali che avvicinino gli italiani al mondo indiano e viceversa.

Come contribuire: CARE&SHARE ITALIA ONLUS-ONG IT - IBAN 28L0200802009000040752044 - causale: OSSIGENO PER L’INDIA.

 Versione stampabile




Torna