Il Consiglio di amministrazione ha annunciato due nuove nomine

Triennale Milano: nuove nomine

  Cultura e società  

Lo scorso 17 dicembre 2020 il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione La Triennale di Milano ha annunciato la nomina di Marco Sammicheli a membro del Comitato Scientifico come curatore per il settore Design, moda e artigianato. e quella di Damiano Gullì a Head Curator del Public Program.

Marco Sammicheli sarà Sovrintendente al Museo del Design Italiano e si occuperà delle attività espositive, di ricerca e di implementazione della collezione permanente.

Marco Sammicheli subentra, così, a Joseph Grima, che ha ricoperto tale ruolo dal 2018 ad oggi, e che sarà coinvolto attivamente nell'Advisory Board della 23a Esposizione Internazionale. Nell'ambito dell'Esposizione Internazionale, Marco Sammicheli manterrà la delega alle relazioni internazionali.

Marco Sammicheli (Fano, 1979), dopo la laurea in Scienze della Comunicazione all'Università di Siena, si perfeziona in storia del design alla Bauhaus Universität di Weimar e consegue un dottorato di ricerca in design e tecnologie per la valorizzazione dei beni culturali tra il Politecnico di Milano e la Pontificia Universidad Catòlica de Chile. Tra il 2015 e il 2019 è stato docente a contratto in Design Narratives al Politecnico di Milano mentre dal 2020 è visiting lecturer allo Shenkar College of Engineering and Design di Tel Aviv. Nel 2014 ha partecipato alla Biennale di Architettura di Venezia con un progetto di design per il sacro il cui esito è confluito in una ricerca pubblicata da Rubbettino editore, poi acquisita dalla biblioteca dei Musei Vaticani. Ha curato mostre monografiche in Italia, Svizzera, Danimarca, redatto saggi e pubblicazioni per musei e istituzioni in Europa e Medio Oriente. Siede nell’advisory board della Fondazione Cirulli e della Collezione Paolo VI. Columnist di “Wallpaper*” ed editorialista per “Il Sole 24 Ore”, ha collaborato con numerose testate internazionali.

La Presidenza di Triennale ha, inoltre, incaricato Damiano Gullì del ruolo di Head Curator del Public Program multidisciplinare di Triennale. Il suo lavoro andrà ad affiancare quello degli altri curatori del Comitato Scientifico di Triennale, vale a dire Umberto Angelini (Teatro, danza, performance, musica), Lorenza Baroncelli (Architettura, rigenerazione urbana, città), Lorenza Cristiana Bravetta (Fotografia). Marco Sammicheli (Design, moda, artigianato).

Damiano Gullì (Fidenza, 1979) è laureato in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’arte contemporanea all’Università degli Studi di Parma. Successivamente ha conseguito un Master in Organizzazione e comunicazione delle Arti visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera di Milano. I suoi ambiti di ricerca sono l’arte contemporanea e il design. Dal 2004 si occupa di comunicazione per Triennale Milano, dove dal 2018 è anche Assistente Curatore del Direttore del Museo del Design Italiano. È del 2020 la curatela, con Joseph Grima, della monografica Corrado Levi. Tra gli spazi in Triennale. Ha curato diverse mostre in Italia e i suoi testi compaiono in cataloghi e pubblicazioni italiane e internazionali. Ha recentemente curato l’episodio di un podcast e una serie di video interviste per Corraini Edizioni, Mantova. Scrive regolarmente per “Flash Art”, “Artribune” e “Inventario”.

Info: Triennale Milano - viale Alemagna 6, 20121, Milano - tel +3902724341 - www.triennale.org.

 Versione stampabile




Torna