Giardini contemporanei si terrà a Camogli sabato 26 e domenica 27 settembre 2020

Camogli: Giardini contemporanei

  Cultura e società  

Il 26 e 27 settembre Camogli ospiterà l’evento Giardini contemporanei, che punterà l’attenzione sul tema del verde e del paesaggio sostenibile. Promosso ed organizzato dall’ Associazione Commercianti ed Operatori turistici (ASCOT), e dal Centro Storico Camogli (CIV), in sinergia con il Comune di Camogli, Assessorato all’ambiente e lavori pubblici ed Assessorato al Turismo, con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori di Genova, della Fondazione Italiana di Bioarchitettura ed Antropizzazione sostenibile dell’Ambiente e della Camera di Commercio di Genova

Architetti e paesaggisti, professionisti del settore nati dal 1985 in avanti possono così ideare e realizzare installazioni artistiche verdi, fiorite o “zen”. La giuria accreditata esaminerà gli elaborati pervenuti entro il 3 settembre e sceglierà i quindici finalisti che dovranno, poi, realizzarli per la mostra di “Giardini contemporanei a Camogli”. I risultati delle selezioni saranno comunicati entro il 14 settembre. Sabato 26, primo giorno dell’apertura al pubblico, la stessa commissione visiterà le 15 realizzazioni per assegnare i premi in palio. Le premiazioni avverranno domenica 27 settembre ore 11,00 presso la “terrazza delle scuole”.

Gli elaborati in concorso, selezionati e non, saranno, poi, riprodotti ed esposti in una galleria fotografica lungo le balconate della panoramica “terrazza delle scuole” in via XX Settembre: ogni autore, quindi, avrà la possibilità di incontrare il pubblico, appassionati e interessati ed illustrare i propri progetti,

Sarà una vera e propria ondata di verde, che, dalla panoramica “terrazza delle scuole” in via XX Settembre arriverà in piazza Schiaffino e scenderà lungo via Repubblica, lambendo le piccole e caratteristiche rientranze e piazzette.

La mostra Giardini contemporanei a Camogli sarà, quindi, un’imperdibile occasiona per visitare Camogli, una delle più famose località turistiche della Liguria nella Riviera di Levante nota anche come “borgo marinaro dei mille bianchi velieri”, che vuole sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’ambiente e del suo rispetto attraverso l’estro di coloro che hanno la capacità e la sensibilità di interpretare il verde con la realizzazione di un progetto ambientalmente sostenibile.

In tal senso ci aiuta la Bioarchitettura, che, con i suoi pilastri fondamentali, invita ad atteggiamenti ecologicamente corretti nei confronti dell’ecosistema, quali: creare luoghi significativi per aiutare l’uomo ad abitare nel rispetto del genius loci - lo spirito del luogo; utilizzare materiali e tecniche ecocompatibili preferibilmente appartenenti alla cultura e alle tradizioni locali; salvaguardare l’ecosistema; impiegare le risorse naturali (acqua, vegetazione, clima); privilegiare la qualità della vita e il benessere psicofisico dell’uomo; non causare emissioni dannose (fumi, gas, acque di scarico, rifiuti).

L’accesso dei visitatori all’esposizione è libero e gratuito (nel caso di previsioni meteorologiche sfavorevoli l’evento sarà posticipato a sabato 4 e domenica 5 ottobre)

Info, bando integrale del concorso: civ.camogli@libero.it - www.comune.camogli.ge.it

 Versione stampabile




Torna