La rassegna partirà il 20 luglio ed arriverà al 12 ottobre 2015

Milano, MIC – Museo Interattivo del Cinema: I COLORI DEL ROSSO – I FILM

  Cultura e società  

Dal 20 luglio al 12 ottobre 2015, presso il MIC - Museo Interattivo del Cinema, in occasione della mostra “I colori del rosso” (17 luglio / 31 ottobre 2015), organizzata da Galleria Campari, la Fondazione Cineteca Italiana presenta I COLORI DEL ROSSO - I FILM, una rassegna in 4 film che raccontano le declinazioni del rosso sul grande schermo.

La mostra racconta le varie sfumature del colore rosso, dalla sua percezione fisica alla sua valenza simbolica nelle varie civiltà e culture, attraverso un percorso sensoriale: sentire, ascoltare, vedere, toccare, gustare, odorare e attraverso una ventina di oggetti del design italiano e del fashion. Alla fine del percorso il visitatore sarà invitato a dire quale è il suo rosso, in un dilemma in cui le scienze antropologiche si dibattono da secoli: vedere rosso è un fenomeno naturale o culturale? La mostra è un viaggio tra oggetti e installazioni, con una mappatura semiotica dei significati dei rossi nei diversi Paesi del mondo ed è anche il pretesto per un confronto culturale: i colori veicolano tabù ai quali si obbedisce inconsciamente, influenzando il comportamento e l’ambiente, il linguaggio e l’immaginario. Tutto ruota intorno a un codice non scritto, di cui il rosso detiene il segreto.

Nell’ambito della mostra “I colori del rosso”, quindi la Cineteca Italiana propone una rassegna in 4 film che racconta le declinazioni del rosso sul grande schermo e che inaugura la collaborazione tra il MIC e la Galleria Campari, due luoghi che conservano, promuovono e diffondono la memoria culturale del nostro paese.

Il cinema, lungo un film rouge ininterrotto dalle origini ad oggi, non si è sottratto alla dittatura del rosso, colorando le immagini d’amore o di lotta delle pellicole in b/n e imprimendo nell’immaginario collettivo alcune visioni indimenticabili come la gonna rossa alzata dall’aria di Kelly LeBrock ne La signora in rosso, il vestito provocante di Jessica Rabbit, il fiume di sangue che irrompe dall’ascensore in Shining, il cappottino rosso della bambina deportata in Shindler’s List.

Il primo appuntamento è, appunto, con “La signora in rosso” dove Gene Wilder è regista e protagonista: remake del film francese “Certi piccolissimi peccati”, riletto in chiave americana, è una commedia davvero ben confezionata impreziosita dalla fotomodella mozzafiato Kelly LeBrock e dalle musiche di Stevie Wonder. In programma Kieslovski con il terzo film della trilogia che il regista ha dedicato ai colori della bandiera francese: “Tre colori - Film rosso”, suo ultimo film, tratta il tema della solidarietà e di come il Caso a volte stravolga le vite umane. Non poteva mancare in una rassegna sul colore rosso il rosso fiammante della Ferrari di Niki Lauda, che sfreccia nel capolavoro di Ron Howard, “Rush”, che mette in scena la rivalità fra il grande pilota e l’inglese James Hunt, che segnerà una stagione della Formula 1, fatta di tragedie e riprese miracolose. Ultimo appuntamento l’intramontabile “Lanterne rosse”” di Zhang Yimou, che nel 1991 vinse il Leone d’Argento a Venezia: tratto dal romanzo Mogli e concubine di Su Tong e ambientato nella Cina del Nord dei primi anni ’20, la pellicola riflette sulla condizione femminile, sul rapporto dei sessi, sulle logiche del potere, attraverso uno splendore formale e un’incredibile asciuttezza narrativa.

Prima di tutti i film, aperitivo offerto da Galleria Campari.

Schede dei film e calendario:

Lunedì 20 luglio h 20.30 - La signora in rosso (G. Wilder, USA 1984, 87’) - Gene Wilder, regista e attore della commedia, è un affermato pubblicitario che un giorno s’imbatte in Charlotte, un’affascinante modella che gli fa perdere la testa. Rimane scolpita nell’immaginario cinematografico la sequenza in cui la donna vestita di rosso, imitando la mitica Marilyn Monroe, danza sulla grata del ricircolo d’aria, osservata da un estasiato Gene Wilder.

Lunedì 14 settembre h 20.30 - Tre colori - Film rosso (K. Kieslowski, Francia/Polonia/Svizzera 1994, 99 minuti) - Terzo film della trilogia che il regista polacco Kieslowski ha dedicato ai colori della bandiera francese e al motto della rivoluzione francese, "Liberté, Égalité, Fraternité". In particolare, questo film sviluppa il tema della fraternità, a partire dal senso del dovere della protagonista femminile di occuparsi, maternamente, degli altri.

Lunedì 28 settembre h 20.30 - Rush (R. Howard, USA 2013,123’) - Il racconto di una delle più celebri rivalità sportive della storia, quella tra i piloti di Formula 1 James Hunt e Niki Lauda. Nato da un ambiente privilegiato, carismatico e affascinante, Hunt non poteva essere più diverso dal metodico e riservato Lauda: la loro rivalità nacque fin dai tempi della Formula 3 e continuò per anni, anche dopo il terribile incidente di cui fu vittima Lauda nel 1976 al Nürburgring.

Lunedì 12 ottobre h 20.30 - Lanterne rosse (Zhang Yimou, Cina 1991, 125’) - E’ un capolavoro, questo di Zhang Yimou, che ha fatto conoscere il regista al mondo intero. Siamo in Cina negli anni Venti. Un ricco cinese si sposa per la quarta volta. Tutte le mogli vivono nell'immensa dimora. La vita matrimoniale è scandita dalle lanterne rosse, che vengono accese davanti alla stanza della prescelta per la notte. Si innescano così gelosie e competizioni, anche mortali.

Info: MIC - ingresso libero con Cinetessera e per i visitatori della mostra I COLORI DEL ROSSO presso Galleria Campari - Biglietto d’ingresso intero € 5,50, Biglietto d’ingresso ridotto € 4,00, Biglietto d’ingresso adulto + bambino € 6,00 - tel 0287242114 - info@cinetecamilano.it - www.cinetecamilano.it; MOSTRA - Viale Gramsci 161, Sesto San Giovanni - ingresso gratuito con visite guidate - dal martedì al venerdì, 14.00, 15.30, 17.00 e 18.30, primo e terzo sabato del mese, 10.00, 11.30, 14.00, 15.30 e 17.00 - tel. +39026225 - galleria@campari.com - www.campari.com

 Versione stampabile




Torna