Il volume è stato presentato mercoledì 7 luglio, a Milano, presso la Biblioteca Nazionale Braidende

Le opere dell’uomo, i frutti della terra da una idea di Davide Rampello

  Cultura e società  

Mercoledì 7 luglio, a Milano, presso la Biblioteca Nazionale Braidende, Christian Rauch, CEO Montblanc Italia, Davide Rampello, curatore artistico del Padiglione Zero all’Expo, Nicola Crocetti, Fondatore della Crocetti Editore, e Giuseppe Sala, commissario unico di Expo 2015 e amministratore delegato di Expo 2015 S.p.A, hanno presentato Il volume “Le opere dell’uomo, i frutti della terra”.

In occasione di EXPO Milano 2015, il Prof. Davide Rampello ha concepito l’idea di realizzare un’antologia di poesie sulle arti con cui l’uomo si è procurato il suo nutrimento nel corso dei secoli. Tali arti sono la caccia, la pesca, l’agricoltura e l’allevamento.

L’antologia propone il patrimonio poetico relativo al tema dell’alimentazione nel corso dei secoli: a partire dal bellissimo Inno al Nilo, risalente a 2.000 anni avanti Cristo, ai canti veda in sanscrito (1.500-800 a.C.); dai brani da Le opere e i giorni di Esiodo al patrimonio della grande poesia latina (Le Georgiche di Virgilio, l’Halieuticon di Ovidio fino ad Ausonio); dalla poesia cinese, araba e giapponese dei secoli V, VI, VII e VIII d.C. fino alla grande poesia moderna e contemporanea dei Paesi occidentali: il Baldus in latino maccheronico di Teofilo Folengo, testi dei poeti tedeschi Albrecht Von Haller, Christian Schubart e Georg Trakl, degli inglesi William Wordsworth, John Clare, W.B. Yeats, Ted Hughes e del Premio Nobel Seamus Heaney, del francese Francis Ponge, dei russi Puskin ed Esenin, del libanese Kahlil Gibran, dell’armeno Daniel Varujian, del giapponese MiyazawaKenji, del poeta irlandese coltivatore di patate Patrick Kavanagh, del padre della poesia americana, Walt Whitman.

L’antologia presenta, per la prima volta, un canto tradizionale africano dedicato alla raccolta del sorgo e canti brasiliani sui Seminatori e i raccoglitori del caffè, le famose Odi alla Cipolla e al Pane del Premio Nobel cileno Pablo Neruda, due testi inediti in Italia del poeta presidente del Senegal Léopold Sédar Senghor; senza dimenticare i nostri Pascoli e D’Annunzio.

Il volume è stato sponsorizzato dalla prestigiosa Montblanc, che ha così colto l’occasione di prendere parte all’Esposizione Universale di Milano attraverso il racconto delle origini dell’uomo narrato all’interno del Padiglione Zero dove si interpreta il tema «Nutrire il pianeta» attraverso la storia dell’alimentazione, che coincide con quella dell’evoluzione della cultura. La storia dell’uomo attraverso il segno che prima come incisione e poi come parola, manifesta il desiderio di tramandare il senso della propria esistenza.

È con profondo orgoglio che Montblanc sostiene questa raccolta di poesie. - dice Christian Rauch CEO Montblanc Italia - La nostra Maison trae le proprie radici dall’arte della scrittura e per questo sente in modo particolare il dovere di un proprio impegno culturale. Le parole sono la colonna portante delle nostra civiltà e Montblanc è nata proprio dal desiderio di creare sofisticati strumenti da scrittura capaci di trasformare in un’esperienza edificante il semplice gesto con cui la mano poggia la penna sulla carta. Nelle mani di poeti, autori, storici, filosofi e statisti, lo strumento da scrittura ha fatto parte delle grandi tappe della storia e della genesi del pensiero creativo; uno strumento da scrittura è un canale attraverso cui la cultura può essere tramandata alle generazioni future.

La realizzazione di questa originalissima antologia è stata affidata a Nicola Crocetti, la cui omonima casa editrice è specializzata in poesia e pubblica il mensile “Poesia”, che è la più longeva e diffusa rivista del suo genere, venduta in edicola.

Il volume è stato stampato dal “principe degli stampatori italiani”, Giorgio Lucini, dal cui laboratorio milanese sono usciti alcuni dei volumi tipograficamente più pregiati degli ultimi 90 anni in Italia.

Il volume, impreziosit0 da una serie di riproduzioni di antichi graffiti provenienti dai maggiori siti archeologici di tutto il mondo, è imperdibile per tutti gli amanti della poesia e per i collezionisti dei libri d’arte.

Info: copertina brossura alla francese - formato cm. 16,8x23 - pagine 240 con 10 illustrazioni - carta freelife cento da gr. 120 - copertina senza stampa, freelifevellum da gr. 215 - confezione cucitura a filo refe, confezione in brossura - sovraccopertina alla francese con risvolti sui 3 lati, fustellata ed applicata al volume - carta nettuno nero da gr. 140; con relativo cofanetto - formato cm. 17,7 x 24,1 x 3 di dorso - cartone mm 2,4 - rivestimento sirio color pietra da gr. 170.

Giovanni Scotti

 Versione stampabile




Torna