Dal 12 al 29 giugno nella Sala Alda Merini

Milano, Spazio Oberdan: omaggio a Alain Resnais

  Cultura e società  

Dal 12 al 29 giugno 2014, presso lo Spazio Oberdan della Provincia di Milano, la Fondazione Cineteca Italiana presenta OMAGGIO A UN MAESTRO: ALAIN RESNAIS, una rassegna su uno dei più grandi maestri della storia del cinema, di cui è stato protagonista per oltre 60 anni.

Scomparso il primo marzo scorso, all’età di 92 anni, è stato uno degli ispiratori della Nouvelle Vague, forse il più ribelle e il più nobile. Considerato un vero Autore, non si è mai accontentato di dirigere i suoi film, ma voleva anche scriverne la sceneggiatura e non solo: Alain Resnais affonda le mani nella narrazione, trovando il perno della storia, ma non facendone mai l'oggetto principale o l'unica materia della sua ispirazione; è l'angelo custode di quei registi tuttofare che sono anche scenografi, sceneggiatori, montatori, direttori della fotografia e produttori, nel nome della semplicità, dell'eleganza e della precisione. Resnais ha dato vita a personaggi che, sul grande schermo, hanno messo involontariamente in crisi i codici della narrazione cinematografica tradizionale con la loro stessa presenza davanti alla cinepresa, con la loro identità. Attivo dal secondo dopoguerra, Resnais esordì nel lungometraggio nel 1959 con Hiroshima mon amour, capolavoro senza tempo che rimane uno dei film più importanti della nascente Nouvelle Vague. Da quel momento la sua carriera è proseguita senza soluzione di continuità, costellata di numerose altre grandi opere, tutte condotte all’insegna di una inesausta sperimentazione linguistica sempre perfettamente coniugata con uno sguardo ricco di umanità e ironia che ha dato vita a tanti, strani e indimenticabili personaggi. L’omaggio che qui proponiamo è costituito da 10 lungometraggi, fra i quali segnaliamo fin da ora tre titoli mai distribuiti in Italia (L’Amour à mort, Mai sulla bocca, Voi non avete ancora visto niente), oltre al già citato Hiroshima mon Amour, presentato in versione restaurata. La rassegna sarà completata da 5 rari cortometraggi, compreso quel Notte e nebbia che rimane a nostro avviso una delle più sconvolgenti riflessioni di sempre sulla tragedia dell’Olocausto.

Giovedì 12 giugno, h 17 - L’anno scorso a Marienbad (Alain Resnais, Francia/Italia, 1961, b/n, 95’) - Ambientata da qualche parte in Europa, nello scenario di un magnifico albergo con regali giardini, la non-storia di un uomo che cerca di convincere una donna, sposata, a partire con lui ricordandole la promessa fattagli l’anno prima e di cui lei sembra non avere memoria. Leone d’Oro alla Mostra del Cinema di Venezia 1961.

Giovedì 12 giugno, h 19 - Mai sulla bocca (Alain Resnais, Francia, 2003, 115’) - Gilberte è sposata con Georges, un ricco capitano d'industria che le annuncia di stare per concludere un contratto importante con un uomo d'affari americano. I guai cominciano quando la donna scopre che quest'ultimo non è altri se non il suo primo marito, della cui esistenza mai aveva fatto menzione a Georges.

Venerdì 13 giugno, h 17 - Cuori (Alain Resnais, Francia/Italia, 2006, 123’) - Nicole cerca in tutti i modi di far funzionare il suo rapporto con il fidanzato Dan, ex militare con problemi di alcoolismo, ed è in cerca di un appartamento più grande nella prospettiva di un matrimonio. Per trovare casa, Nicole si affida a Thierry, un agente immobiliare che vive con la sorella Gaëlle, una donna che cerca disperatamente l'amore. Thierry divide il suo ufficio con Charlotte, una collega apparentemente bigotta ma che è invece piena di contraddizioni morali. Per espiare le sue 'colpe', Charlotte ha deciso di prendersi cura di Arthur, un burbero e dispotico anziano malato, padre di Lionel, un barman solitario il cui miglior cliente è lo stesso Dan...

Venerdì 13 giugno, h 21.15 - Hiroshima mon amour (Alain Resnais, Francia/Giappone, 1959, b/n, 91’) - A Hiroshima per le riprese di un film, un’attrice francese vive un’intensa relazione con un giapponese. Il breve amore le ricorda l’altrettanto appassionato e fugace incontro da lei avuto con un giovane soldato tedesco, morto fra le sue braccia.

Sabato 14 giugno, h 15 - Mélo (Alain Resnais, Francia, 1986, col., 115’) - Tra Maniche, sposata con Pierre, e Marcel, famoso violinista ed ex compagno di conservatorio di Pierre, divampa l’amore. La donna è travolta dalla passione e cerca di avvelenare il marito, per poi buttarsi nella Senna in preda al rimorso. I due uomini, però, si incontreranno di nuovo tre anni dopo.

Sabato 14 giugno, h 17.15 - Parole, parole, parole ... (Alain Resnais, Francia, 1997, col., 120’) - Storia d’amore a Parigi, fra sei personaggi: innamoramenti, corteggiamenti, tresche effettive o desiderate, delusioni e stranezze di coppia. Le diverse situazioni sono intercalate da canzoni attinte da un repertorio assai noto in Francia.

Sabato 14 giugno, h 21.15 - L’Amour à mort (Alain Resnais, Francia, 1984, col., 92’) - Elisabeth e Simon si amano profondamente. Simon, dopo un malore e una diagnosi di morte, ma solo apparente, torna a vivere. Qualche tempo dopo muore davvero ed Elisabeth, come estremo e supremo atto d’amore decide di raggiungerlo.

Domenica 15 giugno, h 15 Hiroshima mon amour (Alain Resnais, Francia/Giappone, 1959, b/n, 91’) Replica

Domenica 15 giugno, h 16.45 - Muriel, il tempo di un ritorno (Alain Resnais, Francia/Italia, 1963, col., 115’) - Boulogne-sur-mer, 1962. Hélèn, vedova, borghese e annoiata, decide di rivedere Alphonse, la passione della sua adolescenza. Così gli scrive. L’uomo arriva, ma in compagnia della sua attuale amante, e si installa a casa di Hélèn. La donna vive con il figlio Bernard, appena tornato dall’Algeria e ossessionato dal ricordo di Muriel, una ragazza che ha torturato durante la guerra. Tutti vanno avanti senza sapere cosa vogliono, fra ricordi, rimpianti, confuse speranze.

Domenica 15 giugno, h 19 - Notte e nebbia (Alain Resnais. Francia, 1956, b/n e col., 31’) - Il documentario sui campi di sterminio nazisti è un invito sobrio e preciso a non dimenticare uno dei massimi orrori della storia contemporanea. Il presente - quello che resta dei lager - è a colori; il passato in bianco e nero. Resnais affronta la dialettica tra memoria e oblio, tra necessità di ricordare e bisogno di dimenticare.

Guernica (Alain Resnais, Francia, 1950, b/n, 13’) - Un corto sulla barbarie del fascismo, attraverso tele e sculture di Picasso, la poesia di Éluard, titoli di giornali e immagini di rovine fumanti.

Van Gogh (Alain Resnais, Francia, 1948, b/n, 20’) - L’intensità dell’esperienza artistica di Van Gogh e la qualità specifica dell’espressione soggettiva. Resnais intende raccontare tutta la vitalità, la forza dell’arte e il delirio esistenziale del mito Van Gogh.

Gauguin (Alain Resnais, Francia, 1950, b/n, 11’) - Il documentario ripercorre il lavoro pittorico dell’artista, arrichhito da un commento che si basa sui testi dello stesso Gauguin.

Tutta la memoria del mondo (Alain Resnais, Francia, 1956, b/n, 21’) - Un’avventura filmica all’interno dell’universo mentale e della memoria. La struttura del labirinto, che svolgerà un ruolo fondamentale in tutta la produzione di Resnais, trova qui la sua prima formulazione.

Mercoledì 18 giugno, h 17 - Notte e nebbia (Alain Resnais. Francia, 1956, b/n e col., 31’) Replica

Guernica (Alain Resnais, Francia, 1950, b/n, 13’) Replica

Van Gogh (Alain Resnais, Francia, 1948, b/n, 20’) Replica

Gauguin (Alain Resnais, Francia, 1950, b/n, 11’) Replica

Tutta la memoria del mondo (Alain Resnais, Francia, 1956, b/n, 21’) Replica

Mercoledì 18 giugno, h 19 - L’Amour à mort (Alain Resnais, Francia, 1984, col., 92’) Replica

Giovedì 19 giugno, h 17 - Muriel, il tempo di un ritorno (Alain Resnais, Francia/Italia, 1963, col., 115’) Replica

Giovedì 19 giugno, h 19.15 L’anno scorso a Marienbad (Alain Resnais, Francia/Italia, 1961, b/n, 95’) Replica

Venerdì 20 giugno, h 17 - Mélo (Alain Resnais, Francia, 1986, col., 115’) Replica

Sabato 21 giugno, h 15 - Voi non avete ancora visto niente (Alain Resnais, Francia, 2012, 115’) - Il regista e autore teatrale Antoine D'Anthac è morto, lasciando disposizione di convocare assieme gli attori che hanno recitato per lui in "Euridice", per partecipare alla lettura delle sue volontà. Quello che domanda loro è di guardare la versione della pièce che la compagnie della Colombe ha ideato e per la quale chiede il permesso di riportare il testo in scena. Vuole sapere se, secondo loro, parlare su un palcoscenico di vita, d'amore, di morte e d'amore oltre la morte ha ancora un senso.

Sabato 21 giugno, h 17 - Cuori (Alain Resnais, Francia/Italia, 2006, 123’) Replica

Domenica 22 giugno, h 15 - Parole, parole, parole... (Alain Resnais, Francia, 1997, col., 120’) Replica

Domenica 22 giugno, h 19 - Mai sulla bocca (Alain Resnais, Francia, 2003, 115’) Replica

Lunedì 23 giugno, h 21 - Voi non avete ancora visto niente (Alain Resnais, Francia, 2012, 115’) Replica

Mercoledì 25 giugno, h 17 - L’Amour à mort (Alain Resnais, Francia, 1984, col., 92’) Replica

Sabato 28 giugno, h 15 - Gli amori folli (Alain Resnais, Francia/Italia, 2009, 104’) - Marguerite esce da un negozio e subisce il furto della borsa. Georges trova il suo portafoglio per terra, nel parcheggio di un centro commerciale e comincia a fantasticare su di lei, ancora prima di contattarla, senza conoscerla. Il desiderio di questa donna che fa la dentista e il pilota di aerei leggeri è così forte che riempie la sua vita di padre di famiglia e di marito di pensieri e azioni irrazionali. Marguerite resiste, ma per poco. È una corsa verso l'errore, piena di vita, inarrestabile.

Sabato 28 giugno, h 17 - Mai sulla bocca (Alain Resnais, Francia, 2003, 115’) Replica

Domenica 29 giugno, h 15 - Voi non avete ancora visto niente (Alain Resnais, Francia, 2012, 115’) Replica

Domenica 28 giugno, h 17.15 - Hiroshima mon amour (Alain Resnais, Francia/Giappone, 1959, b/n, 91’) Replica

Info, programma: biglietto d’ingresso intero € 7,00, ridotto per possessori di Cinetessera o studenti universitari: € 5,50, proiezione pomeridiana feriale, intero € 5,50 e ridotto € 3,50 - Cinetessera annuale: € 6,00, valida anche per le proiezioni al MIC - Museo Interattivo del Cinema - e all’Area Metropolis 2.0 di Paderno Dugnano - tel 02.87242114 - info@cinetecamilano.it - www.cinetecamilano.it.

 Versione stampabile




Torna