Al cinema dal 28 marzo

The Host di Andrew Niccol

  Cultura e società  

Giovedì 28 marzo è arrivato nelle sale italiane The Host l’attesissima pellicola diretta da Andrew Niccol e distribuita da Eagle Pictures.

The Host è la nuova epica storia d’amore tratto dal best-seller di Stephenie Meyer, la creatrice della saga di Twilight: un riuscito mix di azione, avventura, sci-fi e romance. In Italia “L’ospite” è edito da Rizzoli.

Il mondo di un ipotetico prossimo futuro è minacciato da un pacifico, ma invisibile nemico, una razza di alieni, denominati Anime, che lavorano come parassiti, invadono e si impossessano dei corpi di uomini e donne, trasformandoli in alloggi, e ne cancellano i ricordi, togliendo loro qualsiasi personalità. Il mondo è così popolato da infiniti corpi “alienati”, dalla pupilla lucente, vittime di un totalitarismo che ha risparmiato solo pochi resistenti che si rinchiudono simbolicamente nelle pieghe dell’entroterra desertico. La resistenza è alle corde: tra loro c’è Melanie Stryder (Saoirse Ronan), che rischia tutto ciò che ha per proteggere le persone che ama - Jared (Max Irons, figlio del più famoso Jeremy), Ian (Jake Abel), suo fratello minore e lo zio Jeb (William Hurt) - dimostrando che l’amore vince su ogni cosa, anche in un mondo nuovo e pericoloso.

Purtroppo The Host si perde per strada, fra banalizzazioni e qualche trovata discutibile, come le voci della protagonista che si trova con due anime in un corpo solo. Per l’uscita di del film in Italia, Eagle Pictures ha lanciato un concorso, su scala nazionale, legato all’acquisto del biglietto e della visione del film, per tutti gli spettatori per aggiudicarsi test-drive a bordo, nei principali concessionari italiani, del modello della Lotus Evora presente nel film. Partecipare è facile, basta andare sul sito www.eaglepictures.com nella sezione dedicata al concorso e inserire i propri dati e conservare il titolo d’ingresso al cinema per partecipare all’estrazione finale dei 20 test-drive per penisola tutto il territorio.

In questa avvincente e futuristica storia Lotus Evora è molto visibile all’interno della sceneggiatura: i Cercatori, vale a dire coloro che sono sulle tracce costanti dei superstiti umani, utilizzano come mezzo di trasporto privilegiato scintillanti e prestazionali modelli Lotus Evora cromati, creati ad hoc per la produzione del film e sono protagonisti indiscussi di tutte le scene di inseguimento o momenti chiave della sceneggiatura. Lotus Evora è disponibile sul mercato in due versioni – Evora ed Evora S -considerate entrambe tra le macchine sportive più emozionanti e più facili da guidare sul mercato di oggi. Entrambi i modelli montano un propulsore V6 da 3,5 litri ed offrono prestazioni straordinarie. La Evora è un’auto per veri appassionati, per chi ama il giusto mix di prestazioni e chilometri. Il suo design e la sua tecnologia di progettazione assicurano al guidatore un’esperienza sensoriale totalmente coinvolgente, per una sensazione e un controllo eccellenti che trasformano anche il viaggio più banale in un’avventura memorabile.

Info: www.lotuscars.com.

 Versione stampabile




Torna