Nella cornice di un palazzo nobiliare del XX secolo, la galleria Sabrina Falzone è il più ampio ed elegante spazio museale della città di Milano dedicato all’arte contemporanea e alla sua capillare promozione in Europa

La Galleria Spazio Museale di Sabrina Falzone

  Cultura e società  

La Galleria Spazio Museale si sviluppa su due livelli ed è situata nel centro storico di Milano, accanto alla metropolitana Pagano, nel quartiere di Corso Vercelli e nell’area dello shopping milanese. La Galleria si affaccia sul Parco Pallavicino nel contesto di un palazzo d’epoca del Novecento con finiture di pregio, sottoposto a vincolo paesaggistico.

Per il suo prestigio architettonico il palazzo è tutelato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali come bene di particolare interesse paesaggistico, in quanto espressione di valori storici, culturali e artistici del territorio lombardo. Un sofisticato sistema di allarme garantisce la massima protezione alle opere in esposizione temporanea o permanente.

Il centro espositivo, recentemente restaurato, possiede uno charme unico, avvolto nei dettagli d’epoca. L’aspetto architettonico conserva ancora i preziosi seminati e gli originali soffitti in laterizio che si possono ammirare dal Salone Bernini, dalla Sala Europa e dallo Spazio Mirò della galleria Sabrina Falzone, mentre la bellezza degli stucchi troneggia sulla Sala Guttuso e le forme lignee rendono unico il percorso espositivo all’interno della Sala Furini.

Su quasi 200 mq di superficie espositiva si respira un’atmosfera di grande equilibrio tra passato e presente, dove le opere d’arte, accuratamente selezionate, sono valorizzate da un’illuminazione professionale di livello museale e da un allestimento di elevata qualità, grazie ad un in grado di progettare un’esposizione d’arte dalla sua fase di concepimento a quella organizzativa, fino a quella promozionale.

L’idea di allestire uno spazio dedicato all’arte contemporanea e agli scambi artistici era già nata nel gennaio 2009 con il nome Il Borgo, in quanto la prima sede espositiva si affacciava su un caratteristico borgo antico di Corso San Gottardo nell’esclusivo quartiere Navigli di Milano. La galleria ha visto al suo interno l’esposizione di opere di celebri artisti contemporanei del calibro di Fiume riconosciuto a livello mondiale ed in meno di tre anni è cresciuta notevolmente grazie ad una costante dedizione e all’alta professionalità.

Fino al 10 dicembre si possono ammirare nel Salone Bernini le opere di Maria Paola Tallini e le opere di Fabio Mordeglia. Nella Sala Europa, invece, si può ammirare un’unica opera in mostra di Gufò, una scultura simbolica: un fallo d’oro, che rappresenta la lussuria della chiesa e la sua omertà. “La Pierre de Pierre” è eseguita su una vera pietra romana rinvenuta nel fiume Po ed è composta da un fallo ligneo dorato sorretto da un supporto e legato alla pietra. La mostra personale Gufò e la Pierre de Pierre rappresenta la prima tappa di un vasto progetto espositivo itinerante che propone un nuovo modo di pensare: libero e incondizionato.

Info: Galleria Spazio Museale, Salone Bernini, ala destra - Via Giorgio Pallavicino 29, Milano -  fino al 10 dicembre – martedì/venerdì h.16.00/19.00, sabato h.10.00/12.00, chiuso lunedì e festivi - www.galleriasabrinafalzone.com.

Giovanni Scotti

 Versione stampabile




Torna