Al via la distribuzione del più antico Almanacco italiano: 250 anni e li dimostra.

Appuntamento con Barbanera in edicola e in libreria

  Cultura e società  

Sono passati 250 anni da quel primo Lunario in folio che un venditore ambulante proponeva nella piazza del mercato di Foligno.

I suoi contenuti elaborati da Barbanera, schivo filosofo e astronomo, erano preziose informazioni per una civiltà rurale e contadina. Previsioni del tempo, fasi lunari sulle quali basare le attività nei campi, santi e festività. In breve tempo tutta la saggezza concentrata in quella pubblicazione ha acquisito tanta fama da valicare i confini della città natale e per muovere i suoi passi in giro per l’Italia. Quando ancora “Italia” non era. Nel corso degli anni – due secoli e mezzo ormai – il Lunario si è evoluto, ha sviluppato i suoi contenuti ed è diventato un Almanacco che non è mancato una sola volta all’appuntamento con i suoi lettori. La Storia, si sa, spesso alterna momenti di prosperità ad altri meno fortunati, ma l’Almanacco di Barbanera è sempre stato messaggero di positiva speranza per il futuro, arrogandosi il diritto a pieno titolo di considerarsi un augurio di felicità per tutto l’anno. A distanza di 250 anni, il pensiero, i consigli, l’ottimismo di Barbanera, si ritrovano nelle pagine e nell’inconfondibile atmosfera delle sue edizioni. Nel tempo i lettori sono cambiati, si sono urbanizzati, vivono esigenze, luoghi e ritmi diversi. Ma il singolare personaggio continua ad affascinare con le sue tradizioni, le previsioni, l’amore per il mondo e per la natura; con una filosofia che ricerca la qualità della vita, che tende all’armonia tra l’uomo e le cose, a scoprire il lato migliore di ogni situazione.L’edizione 2012, celebrativa di un importante traguardo raggiunto, arriva al pubblico con diverse novità, pur conservando l’autorevolezza e i valori di sempre.Sono aumentati foliazione e formato; ha preso vita una nuova rubrica intitolata “Tra campagna e città” i cui contenuti suggeriscono come ritrovare l’armonia con se stessi anche in un contesto freneticamente urbano. Una nuova pagina, “Tra un mese e l’altro”, insegna come il passaggio del tempo non sia la sterile fine di un periodo ma il naturale travaso dal passato al futuro.  Poi, come sempre, spazi dedicati ai bambini, al verde e al benessere, agli animali, alla cucina, alla sostenibilità. Una vera e propria guida da tenere a portata di mano in ogni giorno dell’anno.L’Almanacco è distribuito in edicola – confezione in pack contenente anche l’Oroscopo e i calendari “La Luna in Casa” e “Il Piccolo Barbanera” destinato ai bambini dai 4 ai 7 anni – e in libreria nella versione singola con copertina cartonata.

 Versione stampabile




Torna