La commedia australiana, diretta da Cherie Nowlan, è arrivata nei cinema il 18 aprile

Il matrimonio è un affare di famiglia (Clubland)

  Cultura e società  

In Australia, in un quartiere residenziale di Sydney, Tim Dwight (Khan Chittenden) vive con il fratello maggiore Mark (Richard Wilson), ritardato dalla nascita ma con uno spiccato senso dell’umorismo, e Jean (Brenda Blethyn), la mamma, la star. Alle pareti di una casa anni ’60 sono appese vecchie locandine dei suoi spettacoli di cabaret, foto di lei e dell’altro orgoglio nazionale Benny Hill, nell’aria la voce roca di Janis Joplin.

Cherie Nowlan ci racconta la vita, la famiglia e i club: palcoscenici su cui si muove lo straordinario e affascinante personaggio di Jean Dwight una “… maniaca del controllo bisognosa di una standing ovation anche quando va al bagno! …”. Il film, macchiettistico, è incentrato sulla figura di questa attrice comica inglese, emigrata in Australia per amore del marito ex cantante di successo (Frankie J. Golden), la cui carriera da cabarettista è in lento, ma inarrestabile declino e sul fatto che Tim, il suo “bambino”, ha trovato l’amore di Jill (Emma Booth) e con lei desidera costruire la famiglia normale che non ha, lontano dall’altalena emotiva in cui lo costringe l’instabile madre.

Il finale è un’improbabile e scontata redenzione di Jean, con conseguente riconciliazione con il figlio Tim, con la futura nuora Jill e con l´ex marito John, suo partner in una vivace esibizione canora al matrimonio dei ragazzi.

Il film, da vedere, ha ricevuto il Premio del Pubblico al Sundance Film Festival.

 Versione stampabile




Torna