Il Festival di arti performative degli istituti scolastici superiori è in programma da lunedì 23 a martedì 31 maggio

LAIVin Action 2022 torna dal vivo

  Cultura e società  

Martedì 3 maggio, a Milano, Niolas Ceruti, Presidente dell'Associazione Etre, il network che raccoglie residenze teatrali e multidiscilinari che hanno sede in lombardia, ed Alessandra Valerio, Area Arte e Cultura della Fondazione Cariplo, hanno presentato la nuova edizione di LAIVin Action, il festival di arti performative degli istituti scolastici, che torna nuovamente dal vivo e all'aperto nella meravigliosa cornice del Parco dell'Idroscalo di Milano (Segrate).

Alla presentazione del progetto LAIVin di Fondazione Cariplo e del programma del festival sono intervenuti Roberto Maviglia, consigliere delegato all'edilizia scolastica, impiantistica sportiva e gestione Idroscalo Città Metropolitana di Milano, Maria Cristina Pinoschi, vice direttrice Citta Metropolitana di Milano, e Barbara Bianco, assessore alla cultura del comune di Segrate

Il festival LAIVin ACTION, che, lo ricordiamo, è realizzato dall' Associazione Etre, nata nel 2008, in collaborazione con la cooperativa sociale Alchemilla, presenta gli esiti del Progetto LAIVin, il laboratorio delle arti interpretative dal vivo di Fondazione Cariplo: il programma del festival prevede una settimana di show, performance, incontri e focus sul ruolo e sull'importanza delle arti performative.

Dopo essere stato annullato nel 2020 ed essersi svolto in digitale nel 2021, dunque, il festival torna dal vivo, da lunedì 23 a martedì 31 maggio, e lo fa alla grande, non solo aumentando i giorni, ma anche scegliendo, grazie alla collaborazione con Città Metropolitana, un palcoscenico d'eccezione: quello del Parco dell'Idroscalo per regalare ai quasi 3000 studenti e studentesse delle circa settanta scuole secondarie di secondo grado della Lombardia e delle province di Novara e del Verbano-Cusio-Ossola, che hanno partecipato al progetto LAIVin di Fondazione Cariplo, un'occasione unica di espressione creativa, confronto e condivisione di pratiche, per mettersi alla prova, divertirsi e sentirsi protagonisti.

Il programma del festival non prevede soltanto esiti laboratoriali, ma anche veri e propri spettacoli realizzati dagli studenti con passione e determinazione. Ad essi si aggiungeranno performance con protagonisti della scena performativa contemporanea e ancora incontri e momenti di riflessioni sugli scenari possibili della scuola del futuro.

Grande novità di questa edizione sarà l'apertura all'esterno con due particolarissime performance di professionisti a cui i partecipanti al festival (e i visitatori dell'Idroscalo) potranno assistere. Ad alternarsi (tutti i giorni, a metà e in conclusione di giornata LAIVin) saranno Bonora Brothers e Davide Calgaro.

I Bonora Brother, gruppo di artisti calligrafi, illustratori e musicisti, presenteranno la performance “The Ink Atmosphere”, suggestione audio - visiva dove la vena originale folk-blues del cantautore Tia Airoldi si fonde con la maestria dei tratti di illustrazione e la calligrafia dei fratelli Stefano e Mattia Bonora. Un concerto in divenire che segue l'ispirazione del momento per variare da caldi e polverosi brani di matrice new blues a dolci ballate folk, senza tralasciare alcuni momenti psichedelici e sperimentali in cui parole, canzoni e arti visive si coniugano per farsi atmosfera: Atmosfera Inchiostro.

Torna a LAIVin, dopo il successo dell'edizione 2021, anche il 22enne Davide Calgaro con il suo show di stand up Comedy. Diplomato al Liceo Classico Tito Livio di Milano, frequenta la scuola milanese 'Quelli di Grock' prima di approdare in televisione a Zelig, Colorado e Comedy Central (canale 124 di Sky) e nei festival di cabaret, vincendo diversi premi, tra cui il primo posto al festival di Martina Franca. Ha lavorato in "Odio l'estate", ultimo film di Aldo, Giovanni e Giacomo, "Sotto il Sole di Riccione" su Netflix, "Doc - Nelle tue mani" e “Blanca” su Rai1.

Durante le giornate di LAIVin Action sarà proiettato su maxischermo di fianco al palco sull’acqua - quindi visibile a tutti i partecipanti al festival e anche al pubblico del parco - l'emozionante docufilm Il magico se - L’Arte nelle scuole”, diretto da Toni Brunetti che racconta il Progetto LAIVin attraverso le voci dei protagonisti.

Il film, presentato nel corso della conferenza dallo stesso regista, è stato realizzato nell'estate del 2021 dopo oltre un anno trascorso sperimentando la didattica a distanza: il film documenta il percorso di tre istituti, scelti tra le 89 scuole vincitrici del bando: Istituto di Istruzione Superiore A. Manzoni di Suzzara (Mantova), il Liceo D. Crespi di Busto Arsizio (Varese) e l'Istituto superiore Falcone Righi di Corsico (Milano).

“Il magico se” conferma come l’arte e la bellezza siano elementi essenziali nel percorso di crescita dei giovani.

Nel corso della conferenza è stato altresì segnalato che è già online ed è consultabile sui canali di Fondazione Cariplo il nuovo bando LAIVin 2022 destinato agli Istituti Scolastici di secondo grado della Lombardia e delle province di Novara e Verbano Cusio Ossola (con scadenza il 30 giugno 2022) per l’attivazione all'interno dell'offerta formativa scolastica di laboratori musicali, teatrali, di teatro musicale o di altre arti performative.

Info, programma dettagliato del festival, nuovo bando: www.fondazionecariplo.it - www.progettolaivin.it - info@progettolaivin.it.

 Versione stampabile




Torna